Space Economy: l’economia diventa spaziale in tutti i sensi!



🕑 Tempo di lettura: < 1 minuto

La caratteristica principale della Space Economy è la catena del valore che si articola nell’intera gamma di attività e di risorse che creano valore e benefici per gli uomini. Essa è composta dal:

  •  Upstream che comprende le principali attività di ricerca, sviluppo e realizzazione delle infrastrutture spaziali abilitanti all’esplorazione dello spazio
  • Downstream che sfrutta le tecnologie e l’infrastrutture per realizzare servizi innovativi riguardanti principalmente le telecomunicazioni e rilevamento di dati.

Infatti, telecomunicazioni, agricoltura, meteo, gestione delle acque, trasporti, energia e geologia oggi giorno passano necessariamente per lo spazio. Tutto questo è possibile grazie all’infrastruttura in orbita intorno alla Terra che oggi conta più di 1.500 satelliti attivi.

Oggi la Space economy genera in tutto il mondo dalle attività spaziali un fatturato di 350 miliardi di dollari tanto che Bank of America Merrill Lynch ha previsto che l’industria spaziale raggiungerà almeno 2,7 trilioni di dollari nei prossimi tre decenni.

Questa repentina crescita è dovuta anche al fatto che ad investire in questo settore sono ormai anche i privati. Qualche anno fa ciò non avveniva, infatti, tutte le risorse economiche derivavano dagli investimenti pubblici. Ciò avveniva in quanto questo settore non assicurava profitti e il payback period era ed è tutt’oggi a lungo termine.

Molteplici sono i progetto che coinvolgono i privati per la conquista dello spazio. Per esempio la realizzazione di colonie lunari per arrivare fino a Marte, lo sviluppo di razzi a basso costo per le future navette per turisti “spaziali”. Questi pur sembrando obiettivi visionari, saranno possibili grazie ad aziende come SpaceX di Elon Musk, Blue Origin di Jeff Bezos e Virgin Galactic di Richard Branson. Infatti, numerosi sono gli accordi siglati dalle agenzie spaziali con le compagnie private per migliorare l’efficienza di ricerca, innovazione e produzione del settore spaziale.

Leggi anche: Alla riconquista della luna!