🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Scopriamo la startup siciliana Kanesis, che utilizza le eccedenze agricole per produrre nuovi materiali sostenibili.

Alcuni secoli fa il chimico, biologo e filosofo Lavoiser  scrisse che “in natura nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Una massima che è stata interiorizzata dalla startup siciliana Kanesis, specializzata nella realizzazione di un processo che utilizza le eccedenze agricole per produrre nuovi materiali sostenibili.

Continua a leggere perché nel corso dei prossimi paragrafi conoscerai i prodotti e i progetti sostenibili che questa startup Made in Italy realizza.

Chi sono i founder e come nasce Kanesis?

Era il 2014 quando Kanesis vide la luce per mano di due giovani studenti universitari Giovanni Milazzo e Antonio Caruso. Il nome della startup nasce dalla crasi del greco κίνησις (kinesis), che significa movimento, e la parola canapa. Il suo obiettivo è ridurre e riqualificare gli scarti della filiera agricola per creare nuovi prodotti sostenibili.

Cos’è il Kanesis hemp?

È il filamento di canapa che i fondatori hanno lavorato per dar vita all’Hempbioplastic, un materiale ricavato dal canapulo (parte interna della canapa) che presenta caratteristiche invidiabili:

  • resistenza;
  • trazione;
  • leggerezza.

Per via delle sue proprietà la bioplastica ricavata dai filamenti di canapa è impiegabile nelle ultime tecnologie come la stampa 3D.

L’e-commerce Hemprinted

Senza la stampa 3D non sarebbe nato Hemprinted, l’e-commerce di Kanesis, dove è possibile acquistare i filamenti di canapa per creare realizzazioni ex novo oppure esplorare il catalogo dei prodotti presenti al suo interno.

Per ogni oggetto è possibile leggere la scheda tecnica per comprendere le tecniche di realizzazione messe in campo. Con la stampa 3D è stato possibile dar vita ad una impastiera utilizzando filamenti di canapa, erba e pomodoro.

Gli altri progett: Ecompound e Laboo

Il primo è un brand che si occupa di commercializzare e realizzare compost – materiale derivante dal compostaggio di rifiuti organici – sostenibili ad alte prestazioni. Nato nel 2018 con il supporto di Lati spa, società specializzata nella creazione di materiali termoplastici.

Invece, Laboo è un’iniziativa sostenibile made in Sicilia che lavora sulla canna di bamboo sfruttando le caratteristiche agronomiche e ingegneristiche per creare prodotti che possano essere utilizzati nel settore della bioedilizia. Anche in questo caso la stampa 3D gioca un ruolo chiave.