🕑 Tempo di lettura: 4 minuti

Nella scorsa settimana si è appena concluso il CES 2020 di Las Vegas. Il CES (Consumer Electric Show) è una delle fiere più importanti al mondo dedicata alle ultime innovazioni in campo tecnologico, viene organizzata ogni anno nel mese di gennaio a Las Vegas. Durante tale evento le aziende leader di vari settori, e anche alcune start-up, presentano i propri prodotti o prototipi più innovativi che entro l’anno verranno lanciati nel mercato, dando un assaggio di ciò che sarà in futuro e costruire delle aspettative da parte dei clienti.

L’edizione di quest’anno è stata una delle più ricche in termini di contenuti, si è spaziato dalle smart home fino all’automotive. Negli ultimi anni questi due campi si stanno intrecciando sempre di più, creando piattaforme di installazioni in grado di interagire tra loro.

Vediamo insieme per macro categorie quali sono state alcune delle novità più innovative del CES 2020.

Smart home, un business in continua crescita.

  • Samsung Ballie, un robot a forma di palla da tennis è un assistente vocale mobile che, a differenza di Amazon Echo e Apple Siri, risponde a seconda dell’umore, all’attività e alle esigenze specifiche del proprietario. Se cade del cibo sul pavimento, ad esempio, può comandare un aspirapolvere smart senza aspettare l’ordine del proprietario;
  • Amazfit HomeStudio, un sistema di allenamento domestico che combina uno specchio intelligente e un tapis roulant in modo che gli utenti possano eseguire una varietà di allenamenti cardio come corsa, lavoro a terra, yoga e allenamento bilaterale. Il tutto mentre la macchina utilizza sensori di movimento 3D per monitorare la forma fisica e prevenire movimenti sbagliati;
  • frigoriferi intelligenti di LG e Samsung, elettrodomestici sempre più connessi con gli altri dispositivi, che avvertono le persone quando del cibo sta andando a male oppure, in base alle abitudini di spesa del cliente, cosa necessita di essere acquistato. Infatti questi frigoriferi intelligenti fungono anche da dispositivi con i quali è possibile effettuare la spesa giornaliera tramite Amazon o future piattaforme.

Hardware e Software, tra novità e delusioni.

  • Lenovo, sarà la prima azienda a produrre e vendere un pc foldable (ovvero privo di tastiera e pieghevole). Il Lenovo Thinkpad X1 Fold arriverà sul mercato nella seconda metà del 2020 e costerà 2944 dollari. Il Thinkpad ha un display Oled, realizzato in collaborazione con Lg, di 13.3” con una risoluzione di 2048×1536 pixel e peserà appena un chilogrammo. Il processore sarà Intel ma non è stato ancora specificato quale, la connettività sarà 5G e il sistema operativo Windows 10 oppure Windows 10 Pro. La batteria, stando a quanto dichiara Lenovo, garantirà fino a 11 ore di autonomia;
  • Play Station 5, tutti aspettavano di vedere la nuova console di casa Sony, invece, per ora è stato presentato solo il nuovo logo della “PS5” ed alcuni elementi dell’architettura hardware: l’audio 3D, i grilletti adattivi con il feedback aptico, l’SSD ad altissima velocità, il ray tracing in tempo reale con accelerazione hardware e il lettore blu-ray ultra hd;
  • Tv 8K e Sero, durante il CES diverse aziende (Sony, Samsung, LG, ecc..) hanno presentato i nuovi televisori con tecnologia 8K. Un business che non si svilupperà, almeno per ora, a breve infatti da qui al 2022 la quota di mercato globale delle tv 8K non supererà probabilmente l’1%. Complici i costi molto elevati delle televisioni e la mancanza di contenuti video in grado di soddisfare 33 milioni di pixel. Un’altra novità interessante presentata quest’anno, sempre da Samsung, è Sero. Una tv pensata per chi utilizza molto i social che prevedano video in modalità “portrait” (display in verticale). Lo schermo di Sero infatti all’occorrenza ruota per trasmettere in verticale, basta connettere il proprio telefono ed effettuare una leggera rotazione la TV ruoterà a sua volta di 180°. Sero è chiaramente un prodotto destinato ai Millennials e alla generazione Z iscritti a Snapchat oppure a TikTok (App che si prevede supererà Instagram in futuro). Infine, anche LG ha introdotto delle novità con gli OLED RX, TV arrotolabili da 65 pollici che arriveranno finalmente sul mercato al prezzo di circa 60.000 dollari.

Innovazioni nell’automotive

  • Sony, di nuovo protagonista ha fatto parlare non poco di sé grazie alla presentazione della Vision S, primo concept automobilistico di Sony. la casa giapponese ha già specificato che non ha intenzione di competere nel mondo automotive: questo concept mostra semplicemente tutti i contributi che Sony potrebbe integrare nelle auto prodotte dai Big. Punto di forza della Sony Vision-S sono i 33 sensori che permettono la guida autonoma e il riconoscimento dei comportamenti abituali degli occupanti per comandare l’infotainment e soprattutto il sistema audio a 360 gradi.
  • Mercedes Vision Avtr, concept car ispirata dal film colossal “Avatar” con ampie superfici vetrate trasparenti per mantenere il contatto tra il guidatore e l’ambiente circostante. E’ dotata di quattro motori elettrici collegati direttamente alle ruote, che a loro volta possono essere inclinate fino a 30 gradi, in tal modo può spostarsi anche in diagonale. Assente il volante, l’auto si controlla tramite un joypad posizionato sul tunnel centrale. Le batterie sono al grafene per eliminare ogni elemento tossico;
  • AUDI AI:ME, concept car da un controllo dell’infotainment rivoluzionario, infatti esso viene controllato attraverso lo sguardo, l’Audi Eye Tracking: due telecamere a infrarossi seguono gli occhi del guidatore e del passeggero anteriore e l’intelligenza artificiale riesce a capire cosa stanno chiedendo al sistema. Inoltre l’AI:ME è in grado di riconoscere il guidatore e ricordare tutte le sue preferenze ed assisterlo durante le fasi della giornata anche per ordinare la cena in base all’orario di arrivo automaticamente calcolato dall’auto;
  • HYUNDAY S-A1, l’ultimo frutto della collaborazione tra Hyundai e Uber nel settore dei taxi volanti è il S-A1 ed è un veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (VTOL). Il drone decollerà e atterrerà su un S-Hub, un edificio situato nella città del futuro che verrà usato come piattaforma base. Il servizio di taxi volanti potrebbe diventare realtà già nel 2030.

Leggi anche:
Le 7 auto del futuro al Salone di Parigi 2018
Le case automobilistiche presentano le novità online!
Dubai – EXPO 2020: «Connecting minds, creating the future»