I 3 motivi per non perdersi i “Digital Innovation Days” di Milano

🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Cosa sono i Digital Innovation Days di Milano

Digital Innovation Days è il piu’ grande evento italiano dedicato al Marketing Digitale, al Social Media Marketing e all’Innovazione. Milano, ancora una volta la città che in termini di innovazione è la più avanti in Italia ed una delle più promettenti in Europa, sta facendo dell’eventing una delle più efficaci leve per il suo sviluppo e perché no, anche come leva reputazionale. Quello che ha fatto Milano è stato innovare nell’ambito degli eventi sviluppando dei format vincenti sulla base della più famosa e longeva “Fashion Week” e dato vita a degli eventi con contenuti affini a quelli dei trend globali. Come è pensato l’evento? 3 giornate (17, 18 e 19 Ottobre) in cui si alterneranno diversi temi, tutti pronti ad orbitare attorno all’ambito digitale. Protagonisti indiscussi sono il marketing digital e la digital disruption, ma non mancheranno la content strategy, business Analytics, i social media e l’influencer marketing. Sono 3, come minimo, le motivazioni per cui vi consigliamo di non perderlo:

Perchè non perdersi l’evento (andandoci o seguendolo da casa):

  1. Gli ospiti – Il programma delle giornate dimostra che l’intenzione di chi ha ideato l’evento si è concentrata sia sulle nuove realtà aziendali digitali, italiane e non, che hanno fatto di queste tecnologie la propria fonte di crescita sia su tutte quelle realtà italiane che hanno saputo rinnovarsi interamente o che hanno saputo innovare uno dei propri business sapendo cogliere le opportunità. La lista è lunga ma non si può fare a meno di menzionare. Moleskine per il paper digital-friendly, BlaBlaCar per la mobilità, Glovo per il food delivery, Glisco Marketing per l’advertising, SingularityU Rome per le strategia sui social media. Come dicevo, numerosi anche i giganti. Enel per l’energia e l’innovazione sostenibile, la Repubblica per le news digitali, ma anche Barilla, EY , Uniqlo, Leroy Merlin e così via.
  2. Il programma – Dinamismo ed Infografica. Il programma spazia tra vari argomenti, ben suddivisi tra loro, che si alternano durante la giornata stessa oltre che tra le varie giornate. Non annoia ed incuriosisce. Certo non dev’essere facile stare dietro ad un programma che parla prima di Business & Digital Transformation per poi passare ai Social Media. Passa per l’innovazione tecnologica per poi arrivare all’Influencer Marketing. Ma un appassionato può farcela. Il programma inteso come “documento” da consultare è davvero interessante. Cinque colori per cinque argomenti e tutti contrassegnati da pallini, uno per ogni intervento. Facile capire chi parlerà, di cosa parlerà, a che ora e di quale macrosezione farà parte, così da capire anche il punto di vista che tratterà.
  3. La città – Ormai uno degli hub Europei per l’innovazione. Senza dubbio la città più innovativa d’Italia in cui nasce più di una startup al giorno. Una città che cresce circa il 3% all’anno e che sta puntando allo sviluppo in ogni ambito, primo su tutti quello della mobilità urbana e degli spazi abitati. Un esempio ne è il nuovo distretto appositamente progettato dal nome MIND (Milano Innovation District). Un ambiente fertile in cui viene facile parlare di digitale e con cui l’innovazione si tocca con mano.

Leggi anche: Ecco le principali innovazioni del CES 2020