🕑 Tempo di lettura: < 1 minuto

EpiCura è la prima digital health platform in Italia che permette di prenotare in modo semplice visite mediche e socio-assistenziali nel luogo e all’orario preferito dal paziente.

L’idea è stata lanciata nel 2017 da due ragazzi torinesi, Alessandro Ambrosio e Gianluca Manitto, entrambi classe 1991, entrambi fiduciosi che il sistema sanitario nazionale potesse diventare più accessibile e avanzato rispetto a quanto lo fosse in quel momento.

Si tratta di un poliambulatorio 2.0 che utilizza un sistema di prenotazione inverso, permettendo ai pazienti di comunicare l’intervento richiesto, il luogo, il giorno e la fascia oraria disponibile. A quel punto, EpiCura avrà il compito di trovare un professionista disponibile a prendere in carico la richiesta e ad effettuare la visita a domicilio. In questo modo i due fondatori di EpiCura permettono ai propri pazienti di evitare lunghe attese e scomodità varie dovute alla poca organizzazione delle strutture sanitarie, prendendosi cura di sé stessi anche in casa propria.

Rispetto a quel giorno, in ogni caso, EpiCura è cresciuta a vista d’occhio: ad oggi la piattaforma serve 3 mila pazienti, ha erogato 15 mila prestazioni mediche, e collabora con più di 700 professionisti, garantendo inoltre un servizio attivo e prenotabile online tutto il giorno, tutti i giorni. L’obiettivo che si pongono è ridurre ulteriormente il tempo di attesa, che risulta di 24 ore.

Il poliambulatorio è oggi attivo nelle 10 principali città italiane, quali Torino, Milano, Roma, Firenze, Napoli, Bologna, Brescia, Genova, Catania e Verona, ma i due fondatori non vogliono certo fermarsi qui: il loro obiettivo è triplicare le aree coperte, raggiungendo 30 città e inserendo nuove opportunità di cura nell’offerta, non solo prestazioni mediche ma anche servizi legati al fitness.

Scopri il Prof. Pavesi cosa ci dice riguardo il nostro cervello e al suo backup clicca qui