Drip, la piattaforma eco-sostenibile per noleggiare abiti streetwear



🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Sulla falsa riga dei principi della sharing economy, nel settore del Fashion stiamo assistendo ad un graduale cambiamento nelle abitudini comportamentali dei consumatori, sempre più attratti dalla possibilità di noleggiare e condividere, piuttosto che acquistare e possedere. Il report annuale di McKinsey sui principali trend del settore evidenzia come il clothing rental sia uno modelli più acclamati, spinto dal crescente desiderio dei consumatori di ampliare la varietà del proprio guardaroba e da una maggiore tendenza ad abitudini di consumo eco-sostenibili.

Drip nasce dall’ interazione tra due fenomeni in piena crescita: la sharing economy e la cultura Streetwear. Si tratta di una start up impegnata nello sviluppo di un servizio di noleggio d’abbigliamento streetwear: il cliente accederà ad una piattaforma su cui potrà scegliere i capi da un’offerta altamente selezionata, farseli arrivare direttamente a casa, goderseli per un periodo di quattro giorni e restituirli alla scadenza tramite il ritiro del corriere. Il costo del servizio sarà circa del 10% del prezzo retail del capo.

L’obiettivo di Drip è quello di offrire agli utenti la possibilità di immergersi a pieno nel mondo High Fashion, con un approccio molto più sostenibile, sia economicamente che ecologicamente, rispetto al tradizionale comportamento di consumo basato sull’acquisto. Forte della sua competenza, la startup vuole offrire l’esperienza di indossare capi di abbigliamento scelti accuratamente dalle più recenti (e non solo) collezioni di successo, presentandosi come la soluzione ideale a due grandi problemi: da un lato, la difficoltà di reperire e di acquistare sul mercato questa specifica categoria di items, solitamente prodotti in quantità davvero limitate e accessibili a prezzi re-sell molto alti; dall’altro, il significativo impatto sul nostro ecosistema da parte dell’industria della moda.

La piattaforma andrà online in versione beta dal 10 Novembre 2019. Per scoprire quando andrà online il servizio, non perdete gli sviluppi sul canale Instagram di Drip.