Come è nata Airbnb? Ecco la storia!



🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Airbnb nasce durante la crisi del 2008 iniziò per colpa dei mutui. Startup che ha rivoluzionato il mondo del turismo. Nel 2007 due giovani ragazzi appena laureati, Brian Chesky e Joe Gebbia, con qualche difficoltà nel pagare regolarmente l’affitto della loro casa a San Francisco, Brian e Joe intravedono la possibilità di guadagnare soldi extra affittando una stanza della loro casa a turisti che non possono permettersi una stanza di Hotel.

 Nel 2007 in città si svolgeva una grande conferenza di design ed erano previste molte persone in arrivo con necessità di alloggio per pochi giorni. In pochissimo tempo, i due ragazzi pubblicarono un sito web di pubblicità per alloggi provvisori  per pochi notti e chiamarono il servizio “Airbed and Breakfast”, materasso ad aria e prima colazione per richiamare al fatto che nella stanza non era presente un letto vero ma solo un materasso ad aria. In un certo senso inizia a nascere ciò che poi sarà la Sharing Ecnomy.

L’offerta dell’Airbnb è perfettamente in linea con i tempi di quel periodo storico, si offre un servizio a basso costo ai customers e una possibilità di guadagno per chi offre il servizio. Con gli anni Airbnb si è sviluppata sempre di più elaborando anche una piattaforma online grazie alla quale potevano essere effettuate prenotazioni e pagamenti anticipati, in modo tale da non far creare disguidi con il padrone di casa.

Airbnb ha rivoluzionato il settore del Bed&Breakfast nei seguenti punti:

  • Digitalizzandolo: l’app usa un sistema di prenotazione senza l’utilizzo di chiamate o e-mail.
  • Accomodazioni: non si trattano più di Hotel ma di case private.
  • Sito web: semplice e intuitivo.
  • Immagini: le immagini utilizzate sono sia postate dalla struttura ma anche dai precedenti ospiti con anche dei commenti.

In conclusione la grande innovazione di Airbnb è stata quella di usufruire per prima, in un contesto difficile come quello del 2008, della nascente Sharing Economy ed associarla allo sviluppo e alla crescita del digital booking. Attualmente Airbnb possiede un grande valore nel settore alberghiero pur non possedendo nessuna camera.

Leggi anche “Dhome: la rivoluzione di Real Estate ed affitti a breve termine