🕑 Tempo di lettura: 3 minuti

IL PEER TO PEER LENDING: IL CASO ETHLEND

Il peer to peer lending, definito come una rete di scambio di prestiti tra privati, ha origini precedenti alla Blockchain. In questo approfondimento vedremo come questo esempio di DeFi (decentralized finance) trovi nella Blockchain e negli smart contracts un perfetto mezzo di esecuzione.
Troverà infine spazio un interessante use case: ETHlend, il più importante marketplace su ethereum per il p2p lending. Il peer to peer (da pari a pari) lending si definisce come (fonte wikipedia) “un prestito personale erogato da privati ad altri privati tramite Internet. Ha luogo sui siti di aziende di social lending, senza passare quindi attraverso i canali tradizionali rappresentati da società finanziarie e banche”. Il luogo digitale dove avviene l’incontro fra l’offerta dei creditori e la domanda dei debitori è un marketplace p2p (peer to peer). Tale marketplace non è controllato da una banca o altro intermediario finanziario, che normalmente regolano lo scambio di prestiti tra cittadini e tra imprese. Ricordiamo infatti che il principale obiettivo di una banca è ricavare risorse dalle unità in surplus (risparmio dei cittadini, utili delle imprese ecc) e concederle alle unità in deficit (cittadini o imprese che hanno bisogno di prestiti). La definizione, approfondita in un precedente articolo, prevede di contrastare il grande potere e ruolo nevralgico ricoperto dalle banche nel sistema economico-finanziario. Maggiore è la decentralizzazione, minore sarà l’impatto dovuto a crisi finanziarie internazionali del sistema bancario. Gli intermediari finanziari costituiscono lo scheletro della struttura finanziaria internazionale e di conseguenza è enormemente aumentato negli anni il rischio sistemico globale. Ossia oggi la rete finanziaria è talmente “globalizzata” che un problema in un piccolo Paese causa effetti a catena in tutto il mondo. L’ultima crisi del 2008, che ha avuto un’onda lunga di effetti su scala globale, ne è il più chiaro esempio. Non è un caso se Bitcoin, la prima moneta completamente decentralizzata, sia nata a seguito di tale crisi. Di Bitcoin si è parlato e se ne parlerà tanto, quello che ci interessa in questo articolo è sottolineare come la Blockchain, la tecnologia che ne garantisce il funzionamento, e gli smart contract (eseguibili sulla Blockchain di Ethereum) abbiano rivoluzionato il p2p lending e il mondo DeFi nel complesso.

ETHLEND: IL P2P LENDING MARKETPLACE SU ETHEREUM

ETHlend è una piattaforma peer to peer per i prestiti completamente decentralizzata. Permette a persone in tutto il mondo di prendere a prestito criptovalute o diventarne un prestatore. Utilizzando la Blockchain di Ethereum e gli smart contracts per lo scambio di denaro, si possono prendere o proporre prestiti in pochi minuti in un modo totalmente sicuro.
Nel 1994 l’informatico (laureato in legge) Nick Szabo definì per la prima volta uno smart contract come un protocollo di transazione computerizzato che esegue i termini di un contratto.

SMART CONTRACTS

Gli smart contracts che operano su una Blockchain sono una delle principali innovazioni introdotte da Ethereum. Scritti utilizzando il linguaggio di programmazione Solidity, sono inseriti nella Blockchain. Ciò garantisce l’immutabilità del codice nel tempo, l’autosufficienza e la decentralizzazione (smart contract caricati in modo identico su tutti i nodi della rete). Nel marketplace decentralizzato soltanto creditore e debitore entrano in contatto diretto tramite il marketplace (dove è possibile vedere l’ammontare del prestito e tasso d’interesse) e a quel punto viene eseguito lo smart contract. Ci sono due aspetti molto interessanti su cui dobbiamo porre l’attenzione: Essendo un “libero mercato” i tassi d’interesse proposti nei prestiti sono a scelta del creditore. In questo modo il prestito diventa ancor di più una forma di investimento poichè si potrebbe inserire un tasso elevato e sperare che qualcuno nel mondo lo accetti. La commissione che spetta ad ETHlend è compresa tra appena lo 0,75 e 1%. Sicuramente un guadagno nettamente minore rispetto alle classiche fee bancarie.

CONCLUSIONE

L’obiettivo di questo articolo è trasmettere il messaggio che il p2p lending e il mondo DeFi stanno subendo una grande rivoluzione dovuta alle nuove tecnologie (oltre alla Blockchain si potrebbe inserire anche l’intelligenza artificiale). Tale rivoluzione porterà ad una sicura maggior decentralizzazione finanziaria contrastando da un lato il rischio sistemico finanziario globale e dall’altro offrendo nuove opportunità di investimento ai cittadini.

Per un ulteriore approfondimento della tematica affrontata si veda l’articolo completo disponibile qui sul sito site.cidaro.com.
Cidaro srl è una startup che si occupa di consulenza, sviluppo e divulgazione nel settore Blockchain.

Autore: Matteo D’Andreta, Cofounder di Cidaro srl