🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Se non conosci Davide Lacerenza e la sua Gintoneria non sei un amante dello champagne! Il mercato mondiale dello Champagne nel 2019 ammonta a 5 miliardi di euro e l’export globale di questo apprezzato vino spumante ha raggiunto quasi 300 milioni di bottiglie. Nella classifica degli esportatori mondiali troviamo sul podio USA, Regno Unito, Giappone mentre l’Italia occupa il settimo posto (fonte).

Nel nostro paese, un noto “personaggio” che ha nel suo piccolo rivoluzionato il settore dello Champagne, rendendolo accessibile quasi a tutti, è Davide Lacerenza, divenuto una vera e propria Star sui social e soprannominato “Il re di Milano e dello Champagne”. Lacerenza, titolare de La Gintoneria di Davide e del Bistrò nella metropoli milanese, ha avuto un grande successo con il suo innovativo modo di gestire il locale in cui offre spettacolo e divertimento con tante “bollicine”.

Durante le sue notti infinite, documentate su Instagram, ci racconta anche le peculiarità del suo locale che appassionano molti. Nonostante questo nasca come “Gintoneria” per la degustazione di 500 tipi di gin, Davide ha l’intuizione di investire in un’altra sua passione; ovvero quella dello Champagne. Nota che in Italia i ricarichi delle bottiglie nei locali notturni sono davvero molto alti e così decide di iniziare a proporre Champagne a prezzi competitivi. Il risultato di questa strategia è stato un netto aumento del consumo di bottiglie di Champagne. Infatti, secondo i dati del Comitè Champagne nel 2017, in Italia questo mercato valeva 154 milioni di euro. Oggi, invece, possiamo constatare che il suo valore è aumentato del 4,2% per un giro di affari di circa 158 milioni di euro.

Davide Lacerenza, entusiasta della sua attività, spiega ai suoi numerosi follower come avviare un’idea imprenditoriale proprio come la sua, avvalendosi dei social. Così svela i suoi segreti, utili per arrivare ad alti livelli professionali, puntando soprattutto alla formazione del suo team nel rispetto di sette regole definite da Davide Lacerenza.

le regole di un buon manager”:

  1. Saper motivare il personale;
  2. Gratificare i collaboratori con riconoscimenti;
  3. Individuare gli errori senza puntare il dito sul colpevole;
  4. Parlare dei propri errori prima di argomentare quelli degli altri;
  5. Incentivare a fare con domande piuttosto che dare ordini;
  6. Dare agli altri una reputazione da difendere;
  7. Instaurare un dialogo partendo da interessi comuni.

Con questa strategia Davide è riuscito a rilanciare lo Champagne nel mercato italiano, facendo degustare alla sua clientela le migliori etichette a prezzi competitivi. Ed è per questo che il suo locale “Ginto” attualmente si colloca tra le eccellenze italiane del settore.

Pertanto, ci auguriamo che questa emergenza passi il più velocemente possibile, in modo da poter festeggiare il ritorno alla normalità con un bel calice di Champagne, magari proprio in “Ginto”.

Leggi anche: Winelivery: a casa ora puoi scegliere fra 500 etichette di vini!