🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

Camillo Piscitelli è una delle 100 menti brillanti Under30 secondo la classifica italiana di Forbes. Lo scorso 29 aprile, in una live sul canale Instagram di Minnovo (minnovo_communty) i nostri co-fondatori hanno avuto il piacere di intervistarlo.

Classe 1993, romano, innamorato della Cina, laureato in Lingue e Civiltà Orientali, Camillo si definisce un “giovane imprenditore creativo ed eclettico”, è infatti il fondatore di Hurba e di Origenem, membro del Consiglio Direttivo del Rotaract Club e del Mensa. A seguito della Laurea in Lingue e Civiltà Orientali, ha fondato Hurba, una giovane impresa che vende scooter elettrici nata da una necessità personale: volersi spostare, con cadenza quotidiana ed in maniera ecosostenibile, in una grande città come Roma. L’idea è venuta a Pechino, durante il suo anno di specializzazione, dopo essere rimasto colpito dal grande utilizzo che la popolazione cinese faceva degli scooter elettrici che quasi “sostituivano le biciclette”; è stato così che Camillo ha deciso di approfondire il settore scorgendo un’ottima opportunità per l’Italia.

La fase di realizzazione è stata dura – stando a quanto ci ha rivelato – “un vero e proprio viaggio”: ogni settimana per 3 mesi circa ha percorso 3.000 km per trovare una fabbrica che fosse interessata al suo progetto e dopo vari tentativi è iniziata la fase di ideazione dei prototipi (i primi dei quali disegnati proprio da lui) fino alla creazione del quarto ed ultimo modello che oggi è venduto nel suo store.

Per il concept vero e proprio si è affidato ad un team di tecnici ed ingegneri ai quali ha trasmesso la sua visione, il suo sogno. Oggi si occupa prevalentemente di coordinare il team di produzione in Cina e, grazie alle capacità manageriali ed imprenditoriali acquisite a Pechino, di gestire l’azienda italiana.

Quali sono stati i risultati di Hurba e che futuro si prospetta?

Gli scooter sono stati accolti dalla popolazione romana con molto entusiasmo; infatti, subito dopo l’inaugurazione avvenuta nel maggio 2019, sono stati venduti diversi scooter ed è iniziata una collaborazione con una start up di noleggio, compatibile anch’essa con le esigenze ecologiche. Inoltre, Hurba è stato il primo terreno su cui il fondatore ed il suo team hanno potuto sperimentare la nuova tecnologia blockchain, grazie alla quale gli scooter possono essere marchiati e registrati in maniera assolutamente visibile.

Per quanto riguarda le diverse migliorie apportate allo scooter, nei prossimi mesi metteranno in commercio una nuova batteria in titanio che si ricarica dalla rete domestica in venti minuti.

Che effetto fa essere un talento Forbes Under 30 e quale consiglio ti senti di dare ai più giovani?

Con semplicità ed umiltà, Camillo ci ha rivelato di avere scoperto di essere stato selezionato fra i 100 talenti italiani Under 30 che cambieranno il futuro solo grazie allo screenshot di inviatogli da un amico su whatsapp. Sui suggerimenti che sente di dare ai ragazzi di oggi, ci ha risposto che bisogna saper sognare e perseverare sulle proprie intuizioni; la sua idea è partita da una sua necessità, nonché dal desiderio di migliorare l’Italia; il resto, l’impalcatura del progetto, è nato dall’entusiasmo, dalla collaborazione e dall’amicizia di diverse persone.

Leggi anche: “Chi è Alessio Lorusso?