🕑 Tempo di lettura: 2 minuti

L’innovazione targata Amazon non conosce limiti; se il fondatore del colosso multinazionale americano, Jeff Bezos è considerato ormai da diverso tempo uno degli uomini più potenti del pianeta nonché il più ricco in assoluto, secondo Forbes, l’azienda da lui avviata è in costante ed evidente crescita ed estranea ad ogni possibile “crisi creativa”.

Dopo essersi affermata negli ultimi anni come pilastro del e-commerce mondiale, Amazon già nel 2013 ha presentato un progetto che prevede l’introduzione di veri e propri droni-postini aventi il compito di consegnare, in tempi sempre più brevi, i beni acquistati online.

Sei anni dopo la presentazione, il progetto potrebbe divenire presto realtà. Il drone, realizzato da Amazon, è stato ufficialmente annunciato a Las Vegas lo scorso 5 Giugno, durante la conferenza re:Mars (Machine learning, automation, robotics and space); il mezzo decolla e atterra verticalmente come un elicottero (sarà capace di passare dalla configurazione esacottero a quella di aeroplano in pochi secondi), può consegnare pacchi di medio-piccole dimensioni, fino a 2,2 kg per distanze massime di 24km, evitando ostacoli fissi e in movimento grazie ai moderni sensori ottici e telecamere di posizione. Maggior carico, minori consumi e maggiore velocità, dunque. Tempo di consegna? Amazon desidera una maggiore velocità, soddisfando le esigenze dei clienti e della quotidianità sempre più frenetica e nemica dell’attesa. 30 minuti sarà il tempo massimo di consegna impiegato dai droni-postini. Il programma di Amazon finalizzato a ridurre le tempistiche di consegna prende il nome di Prime Air, in questo piano rientrano anche le spedizioni “in giornata” con un aereo cargo di esclusiva proprietà della multinazionale americana e la costruzione di un hub aeroportuale nella città di Cincinnati.

Jeff Bezos, però, non sembra essere l’unico intenzionato ad investire con decisione nel settore “consegne”; nei cieli americani, presto, si potranno vedere anche i “Google Wings” della società Mountain View, prima azienda autorizzata al volo di droni per consegne su medie distanze.

UPS, colosso della logistica, ha sviluppato un importante sistema di consegna servendosi dei droni, al fine di trasportare medicinali tra gli ospedali dello stato del North Carolina.

La tecnologia dei “droni-postini” sarà presto una solida realtà in grado di sostenere i ritmi frenetici e imperativi della quotidianità, consegne a “tempo zero” che potranno rivelarsi decisive in delicati settori come la medicina dove ogni minuto può fare la differenza; sopra le nostre teste, dunque, prenderà forma una nuova rete di comunicazione, ulteriore passo verso il futuro.

Leggi anche: Neon, l’essere umano digitale di Samsung!